Platythyrea mocquerysi, Emery, 1899

Emery, C., 1899, Formiche di Madagascar raccolte dal Sig. A. Mocquerys nei pressi della Baia di Antongil (1897 - 1898)., Bollettino della Societa Entomologica Italiana 31, pp. 263-290: 270-271

publication ID

3815

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/9E264E9C-DD07-5FDA-30F5-891EF52C22B8

treatment provided by

Christiana

scientific name

Platythyrea mocquerysi
status

n. sp.

P. Mocquerysi  HNS  n. sp.

[[ worker ]]. Nero piceo, con le mandibole, il clipeo, le antenne, le zampe e l'estremo dell'addome piu o meno ferruginei, i femori picei nel mezzo; pubescenza pruinosa solita; dai punti non sporgono peli ritti visibili. Il capo e subquadrato, appena piu lungo che largo, con i lati debolmente arcuati, il margine posteriore troncato o appena incavato; gli occhi sono piatti, situati molto innanzi, talche il loro margine posteriore sta in avanti della meta dei lati del capo, e il margine anteriore dista dall'inserzione delle mandibole meno che il diametro stesso dell'occhio. Il margine anteriore del clipeo e debolmente arcuato; la sutura che segna il suo contorno posteriore quasi indistinta; il disco formato dalle lamine frontali e molto largo, poco ristretto indietro, sicche le inserzioni delle antenne distano fra loro piu che dai margini laterali del capo. I punti sparsi del capo sono piu grandi sulle parti laterali, dove divengono fossette rotonde, dal fondo lucido. Le mandibole hanno il margine esterno convesso alla base, poi distintamente sinuato, la superficie opaca, punteggiata, su fondo sottilissimamente striato, il margine interno minutamente dentellato. Lo scapo delle antenne oltrepassa di poco l'occipite; i primi articoli del flagello sono di lunghezza quasi uniforme, il 2. ° non piu lungo del 3. ° poco piu lungo che grosso, i penultimi lunghi circa quanto sono grossi. Il pronoto e poco piu largo del resto del torace, piu stretto indietro; i fianchi dei segmenti posteriori sono quasi paralleli, la sutura pro-mesonotale sola distinta sul dorso; l'epinoto e incavato posteriormente, con due denti sporgenti, compressi, ritondati all'apice. Scultura del torace come quella del capo; sul dorso, i punti sparsi sono minuti; non prendono forma di fossette, fuorche sui fianchi e su tutto l'epinoto, meno la faccia declive incavata. Il peziolo e poco piu lungo che alto, di un terzo circa piu lungo che largo, rotondato sopra e innanzi, troncato indietro e prolungato in tre sporgenze ottuse: una impari mediana, piu larga e ritondata all'apice, due laterali meno grosse; il peziolo e il postpeziolo hanno punti sparsi piuttosto numerosi, ma molto piu piccoli di quelli che si trovano sul capo e sui fianchi del torace. Il segmento seguente che ricopre buona parte dell'addome ha soltanto punti minuti e poco appariscenti. Le anche posteriori sono armate di una punta ottusa. L. 7 — 7 1 / 2 mm.

La [[ queen ]], di cui ho un solo esemplare non molto ben conservato, e un poco piu grande e piu robusta della [[ worker ]], con ocelli distinti e con scultura piu rude. L. 8 1 / 8 mm.

Specie caratterizzata delle anche armate e dalla posizione degli occhi collocati molto in avanti; caratteri questi che ha comuni ad altre forme inedite dell'Africa occidentale.