Camponotus maculatus subsp. samius

Emery, C., 1905, Le forme paleartiche del Camponotus maculatus F., Rendiconto delle Sessioni della R. Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna 9, pp. 27-44: 35-36

publication ID

11711

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/DA6C40E3-E973-5310-4FEB-BDDD132C6166

treatment provided by

Christiana

scientific name

Camponotus maculatus subsp. samius
status

 

C. maculatus samius  HNS  For.

Il tipo della sottospecie e ben definito e distinto per la pubescenza lunga e staccata dello scapo e delle tibie, combinata con la statura grande e la presenza di aculei al margine flessorio delle tibie che sono fornite di cresta e solco dorsale. Il tipo dell' isola di Samo ha il torace e le zampe rossi. Una forma molto piu scura, ma del resto identica, si trova nel Peloponneso.

Una varieta con scultura piu debole, e per conseguenza piu lucida in tutte le sue parti si trova anch' essa

(1) L' affinita di questa forma col gruppo del C. mitis  HNS  aveva colpito anche Forel, quando la descrisse nel 1892.

in Grecia. Ad essa si riferiscono gli esemplari raccolti da Alessandro Spagnolini nell' isola dei Principi nel Mare di Marmara e attribuiti a torto, come dissi' sopra al pilicornis Rog. Colore rosso bruno con capo e gastro neri. Designero questa varieta col nome di var. spagno-linii in memoria del compianto collettore.

Tanto nel tipo quanto nella varieta, le guance sono fornite di peli ritti; lo scapo non ha vere setole ritte.

Ho descritto nel 1901 una var. ionia  HNS  proveniente da Cefalonia. Alle differenze' di colore noverate nella mia descrizione, bisogna aggiungere che le guance non hanno peli ritti e che qualche setola isolata si vede sullo scapo: Non conoscevo ailora altri che esemplari mezzani; un esemplare massimo proveniente dell' isola di Karpathos presso Creta mi viene comunicato dal Museo di Berlino come tipo della forma determinata da Forel e noverata tra le specie raccolte dal v. Oertzen (ma non descritta) col nome significativo, per quanto improprio, di cognato-pilicornis. Questa varieta meriterebbe forse di essere separata come sottospecie a se.