Macrogerodonia boliviana, Pace, 2009

Pace, Roberto, 2009, Nuovi dati faunistici e tassonomici su Aleocharinae delle tribù Lomechusini, Hoplandriini, Oxypodini e Aleocharini del Sudamerica (Coleoptera, Staphylinidae), Beiträge Zur Entomologie = Contributions to Entomology 59 (1), pp. 133-173: 152

publication ID

http://doi.org/ 10.21248/contrib.entomol.59.1.133-173

DOI

http://doi.org/10.5281/zenodo.4752004

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/03B0D35A-FF9C-AC4A-47D7-FC3A9CC9CE4C

treatment provided by

Carolina

scientific name

Macrogerodonia boliviana
status

n. sp.

Macrogerodonia boliviana   n. sp.

( Figg. 63-64 View Figg )

Materiale tipico: Holotypus , Bolivien, Umg. Sta. Cruz, leg. H. Franz ( NHMW)   .

Descrizione:

Lunghezza 4 mm. Corpo lucido e giallo-rossiccio con capo bruno-rossiccio; antenne e zampe giallo-rossicce. Punteggiatura del capo forte e fine, assente sulla fascia longitudinale mediana. Granulosità del pronoto superficiale. Granuli delle elitre forti solo sui due terzi anteriori, all’indietro gradualmente deboli fino ad assenti. Carena laterale su ciascuna elitra interrotta posteriormente. Uroterghi liberi della femmina nudi, quinto urotergo libero della femmina con punteggiatura evidente e granuli forti allineati obliquamente. Reticolazione assente su tutto il corpo. Spermateca fig. 64.

Comparazioni:

La nuova specie presenta habitus simile a quello di M. magnicollis BERNHAUER, 1941   , del Perù (holotypus  da me esaminato). Se ne distingue per gli antennomeri quarto a decimo più lunghi che larghi (trasversi in magnicollis   ) e per gli uroterghi liberi primo a quarto quasi nudi, mentre in magnicollis   sul secondo e terzo urotergo libero si trova una fila trasversa di punti.

Etimologia: La nuova specie prende nome dalla Bolivia.

NHMW

Naturhistorisches Museum, Wien