Procryptocerus clathratus, Emery, C., 1896

Emery, C., 1896, Studi sulle formiche della fauna Neotropica., Bollettino della Societa Entomologica Italiana 28, pp. 33-107: 62-63

publication ID

3798

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/3BAB9A80-459C-C7FD-19FC-33F0DCD34F9C

treatment provided by

Christiana

scientific name

Procryptocerus clathratus
status

n. sp.

Procryptocerus clathratus   HNS   n. sp.

P. carbonarius Emery   HNS   , Bull. Soc. ent. Ital. XXVI. p. 200 (nec Mayr).

[[ worker ]] Nera, estremita dello scapo, apice del flagello, ginocchi e estremita dei tarsi ferruginei. Capo con gli angoli posteriori incisi, in guisa da formare un angolo ottuso innanzi al- 1 ' incisura, e un dente acuto dietro di essa; il capo e coperto di rughe subparallele, quasi rette, ma ineguali, un poco convergenti nel mezzo indietro, ricongiunte da piccole rughe trasverse che formano cosi una rete con prevalenza delle rughe longitudinali e col fondo delle maglie lucido. Clipeo striato, Articoli 3 - 7 del flagello delle antenne appena piu grossi che lunghi. Torace largo, longitudinalmente rugoso, con rughe trasverse, formanti reticolo nella parte anteriore del pronoto, scarse e deboli piu indietro; gli angoli anteriori del pronoto sono subrettangolari, i suoi lati arcuati; un' incisura del margine tra ii pronoto e il mesonoto; questo si allarga lateralmente in un lobo angolare, ma smussato; il margine e ancora piu fortemente inciso tra mesonoto e metanoto; questo si dilata debolmente a lobo alla base; le spine sono robuste, debolmente curvate ad. Peduncolo con rughe longitudinali grossolane, irregolari, anastomosate fra loro sul l. ° segmento; questo e poco piu lungo che largo, egualmente ristretto innanzi e indietro; il 2. ° e piu largo del precedente, incavato d'innanzi e ritondato di dietro. Il segmento basale dell'addome e finamente striato per un terzo circa della sua lunghezza, nel mezzo, le strie sono maggiormente prolungate sui lati. Il corpo e irto di peli bianchi, mediocremente numerosi e piuttosto lunghi e sottili L. 5. 2 / 3 mm.

[[ queen ]] Rassomiglia alla [[ worker ]], ma le anastomosi tra le rughe longitudinali del capo sono piu sviluppate, onde la scultura e piu marcatamente reticolata. Sul pronoto, essa consta di grossi punti foveiformi, rotondi, separati da rughe formanti rete; sul mesonoto, le maglie della rete e le fossette che le riempiono si fanno allungate e confluiscono in solchi longitudinali, separati da rughe; il metanoto ha forti solchi regolari; le spine sono ottuse e piu forti. Ali brune con venatura picea. Le tibie sono in parte ferruginee. L. 7 mm.

S. Catharina, Brasile; 2 [[ worker ]] [[ worker ]] e 1 [[ queen ]]. Avevo confuso questa specie col P. carbonarius Mayr   HNS   ; pero, oltre la maggiore statura, la [[ worker ]] ne differisce per la scultura meno reticulata del capo in cui prevalgono le rughe longitudinali, le antenne meno grosse, le spine del metanoto flessuose, la striatura del 3. ° segmento addominale meno prolungata. Il prof. Mayr ha avuto la cortesia di confrontare uno dei miei esemplari col suo tipo e mi scrive che, in questo, gli articoli 3 - 7 del flagello sono molto piu larghi che lunghi, il 7. ° quasi del doppio, le spine quasi dritte e il 3. ° segmento dell'addome striato su quasi 2 / 3 della sua lunghezza.