Ectatomma (Gnamptogenys) tortuolosum

Emery, C., 1896, Studi sulle formiche della fauna Neotropica., Bollettino della Societa Entomologica Italiana 28, pp. 33-107: 19-20

publication ID

3798

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/819B3F11-FAEB-A35D-9D19-73A1261B0634

treatment provided by

Christiana

scientific name

Ectatomma (Gnamptogenys) tortuolosum
status

 

E. (G.) tortuolosum F. Sm.   HNS  

Riferisco a questa specie una [[ worker ]] del Para, che corrisponde bene alla descrizione di Smith. Misura con le mandibole 8 3 / 4 mm.

mentre Smith indica solo 3 lin. ingl. (= 6.35 mm.); pero il Sig. W. F. Kirby mi scrive che il tipo del Museo britannico misura effettivamente 3 lin. 1 / 4 senza le mandibole e 3 3 / 4 (quasi 8 mm.) con le mandibole. La scultura e forte e regolarissima; sul capo, le strie divergono indietro, a partire da un rafe mediano; sotto il capo, formano un semicerchio aperto posteriormente. Il torace non ha suture distinte sul dorso; le strie del promesonoto convergono indietro; quelle delle pleure risalgono indietro obliquamente, per formare con le precedenti un sistema regolarissimo di arcate trasverse su tutto il metanoto, il quale e privo di qualsiasi angolo o tubercolo; sulla declivita anteriore del pronoto, le strie dai lati si ricongiungono trasversalmente ad arco, circondando le strie mediane. Il peduncolo forma sul profilo un angolo dorsale acuto, il cui lato posteriore e verticale; sulla parte piu alta, una piccola ruga longitudinale e circondata da 3 rughe ellittiche concentriche regolarissime, abbracciate a loro volta da altre rughe disposte ad arco aperto. I due segmenti che seguono sono molto regularmente striati per lungo, il primo di essi per tutta la sua lunghezza; il secondo ha verso il suo margine posteriore uno spazio liscio a forma di triangulo ottusangolo. Le anche sono finamente striate, il resto dei membri levigato, con punti piligeri; le anche posteriori hanno una brevissima spina.