Rogeria procera, Emery, C., 1896

Emery, C., 1896, Studi sulle formiche della fauna Neotropica., Bollettino della Societa Entomologica Italiana 28, pp. 33-107: 60-61

publication ID

3798

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/FD2F0045-040D-D82A-0FE7-613303184077

treatment provided by

Christiana

scientific name

Rogeria procera
status

n. sp.

Rogeria procera   HNS   , n. sp. fig. 19.

[[ worker ]] Picea, mandibole, antenne e tarsi ferruginei; capo (meno il clipeo e le mandibole), torace e 1. ° segmento del peduncolo opachi, il resto lucido; pubescenza nulla, peli ritti numerosi, sottili e pallidi. Capo subquadrato, con gli occhi piuttosto grandi e situati in avanti del mezzo dei lati, distanti dall'articolazione delle mandibole poco piu del loro diametro. Tutto il capo e punteggiato e opperto di rughe longitudinali sottili e regolari; il clipeo e debolmente sinuato sui lati, troncato nel mezzo; le lamine frontali sono brevissime; le mandibole sono armate di 4 - 5 forti denti, dietro i quali se ne vedono ancora 2 - 3 piu piccoli e in parte rudimentali; il breve scapo e lungi dal raggiungere 1 ' orlo occipitale; gli articoli 2 - 9 del flagello sono trasversi, 1 ' ultimo eguaglia in lunghezza i 3 precedenti presi insieme. Il dorso del torace e continuo, pero la sutura mesometanotale e distinta; gli angoli inferiori del pronoto sono ottusi ma non smussati; tutto il promesonoto e' coperto di grosse rughe longitudinali alquanto irregolari, cosi anche i fianchi del torace, mentre il metanoto e trasversalmente rugoso, levigato tra le spine; queste sono piu brevi delia faccia basale del metanoto, robuste, acutissime, oblique, debolmente arcuate. Il l. ° segmento del peduncolo e grossolanamente rugoso, molto allungato, con nodo piu lungo che largo, che occupa meta della sua lunghezza ed e non piu di due volte alto quanto la porzione anteriore cilindrica; il 2. ° segmento e piu basso del nodo del 1. ° e non piu largo di esso, arrotondato, un poco conico in avanti, lungo circa quanto e largo. Le zampe sono allungate ma robuste. L. 4 mm.

Ourem, Para. Due esemplari raccolti dal signor A. Schulz. Per la sua scultura e il peduncolo allungato, differisce molto dalle specie sulle quali ho istituito il genere Rogeria   HNS   al quale pero credo doverla riferire. Il genere Rogeria   HNS   e affine a Leptothorax   HNS   e Macromischa   HNS   ; differisce da entrambi per gli angoli inferiori del pronoto non smussati, ne ritondati, dal secondo, inoltre pel 2. ° segmento del peduncolo stretto, non campaniforme.

Una [[ queen ]] delia Repubblica Argentina, nella mia collezione e molto affine alla R. procera   HNS   ma mi sembra appartenere a specie diversa.

Kingdom

Animalia

Phylum

Arthropoda

Class

Insecta

Order

Hymenoptera

Family

Formicidae

Genus

Rogeria